Difendere la fede in Messico. Ragioni delle armi, ragioni della diplomazia (1926-1937), in Massimo de Leonardis (a cura di), Fede e Diplomazia. Le relazioni internazionali della Santa Sede nell'età contemporanea, EDUCatt, Milano, 2014, 193-218

Please download to get full document.

View again

All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Transcript
  FEDE E DIPLOMAZIA  Le relazioni internazionali della Santa Sedenell’età contemporanea  Milano 2014 a cura di M󰁡󰁳󰁳󰁩󰁭󰁯 󰁤󰁥 L󰁥󰁯󰁮󰁡󰁲󰁤󰁩󰁳  I Quaderni   possono essere ordinati in versione cartacea all’indirizzo www.educatt.it/libri; tramite fax allo 02.80.53.215 o via e-mail all’indirizzo librario.dsu@educatt.it (una copia € 15; abbonamento a quattro numeri € 40). Modalità di pagamento:– bonifico bancario intestato a EDUCatt - Ente per il Diritto allo Studio dell’Università Cattolica presso Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo - IBAN: IT 08 R 03069 03390 211609500166;– bonifico bancario intestato a EDUCatt - Ente per il Diritto allo Studio dell’Università Cattolica presso Monte dei Paschi di Siena- IBAN: IT 08 D 01030 01637 0000001901668;– bollettino postale intestato a EDUCatt - Ente per il Diritto allo Studio dell’Università Cattolica su cc. 17710203 © 2014 EDUCatt - Ente per il Diritto allo Studio Universitario dell’Università Cattolica   Largo Gemelli 1, 20123 Milano - tel. 02.7234.22.35 - fax 02.80.53.215 e-mail: editoriale.dsu@educatt.it (  produzione  ); librario.dsu@educatt.it ( distribuzione  ) web: www.educatt.it/libri/QDSP   Associato all󲀙AIE – Associazione Italiana Editori 󰁩󰁳󰁢󰁮: 978-88-6780-080-3󰁩󰁳󰁢󰁮 󰁥󰁤󰁩󰁺󰁩󰁯󰁮󰁥 󰁤󰁩󰁧󰁩󰁴󰁡󰁬󰁥: 978-88-6780-083-4󰁩󰁳󰁳󰁮: 2239-7302 Copertina: progetto grafico Studio Editoriale EDUCatt; fotografia: nella Sala Regia del Palazzo Apostolico, il Decano del Corpo Diplomatico presso la Santa Sede rivolge gli auguri per il nuovo anno a S. S. Benedetto XVI, Vescovo di Roma, Vicario di Gesù Cristo, Successore del Principe degli Apostoli, Sommo Pontefice della Chiesa Universale, Primate d’Italia, Arcivescovo e Metropolita della Provincia Romana, Sovrano dello Stato della Città del Vaticano, Servo dei Servi di Dio (tali i titoli riportati nelle edizioni 2012, Regnante Benedetto XVI, e 2013, regnante Francesco, dell’ Annuario Pontificio ). Quaderni   del Dipartimento di Scienze PoliticheUniversità Cattolica del Sacro Cuore  Anno III - 5-6/2013Registrazione presso il Tribunale di Milano n. 355 del 27.06.2011 Direttore responsabile  : Massimo de Leonardis Comitato editoriale: Romeo Astorri, Paolo Colombo, Ugo Draetta, Vittorio Emanuele Parsi, Valeria Piacentini Fiorani La pubblicazione di questo volume ha ricevuto il contributo 󿬁nanziario 2014dell’Università Cattolica sulla base di una valutazione dei risultati della ricerca in esso espressaQuesto volume costituisce i nn. 5-6/2013dei Quaderni del Dipartimento di Scienze Politiche   Il con󿬂itto fra Stato e Chiesa nel Messico rivoluzionario rappresen-ta una delle pagine più importanti – e allo stesso tempo forse meno note – del ponti󿬁cato di Pio XI. In particolare, a fronte dell’ampia letteratura esistente sul rapporto tra “Chiesa” e “guerra” e sulla c.d. dottrina della “guerra giusta” 1 , la  guerra cristera   (o Cristiada  ), che ha insanguinato il Messico dal 1926 al 1929, non sembra ad oggi avere ancora ricevuto l’attenzione che merita dalla più recente storiogra󿬁a, italiana ed europea  2 .Dopo che l’Episcopato messicano nel luglio del 1926 decise (con l’approvazione della Santa Sede) di sospendere il culto pubblico in tut-to il Paese – come forma estrema di protesta contro il Governo laicista 󿬁glio della Rivoluzione degli anni Dieci – per quasi tre anni decine di migliaia di cattolici, inquadrati per lo più in un’organizzazione civica chiamata Liga Nacional Defensora de la Libertad Religiosa   (LNDLR), reagirono con le armi alla persecuzione legalizzata della Chiesa, resa ancora più dura dalla riforma del codice penale introdotta per volontà 1  Si vedano ad esempio M. Franzinelli-R. Bottoni (a cura di), Chiesa e guerra. Dalla “benedizione delle armi” alla “Pacem in terris”  , Bologna, 2005; C. F. Casula, La Chiesa tra guerra e pace: dottrina, politica e modernità da Leone XIII a Giovanni XXIII  , Roma, 2005; D. Menozzi, Chiesa, pace e guerra nel Novecento: verso una delegittima-zione religiosa dei con󿬂itti  , Bologna, 2008; M. de Leonardis, Ultima ratio regum. Forza militare e relazioni internazionali  , Bologna, 2013 2 , pp. 185-227. 2  ra le eccezioni si segnalano A. Leoni, Storia militare del cristianesimo , Casale Monferrato, 2005, pp. 315-320, e N. Koster,  „Viele mexikanische Bischöfe sind Revolutionäre“. Der Vatikan, die Cristiada und der mexikanische Episkopat  , in S. Hensel, H. Wolf (a cura di), Die katholische Kirche und Gewalt. Europa und Lateinamerika im 20. Jahrhundert  , Wien, 2013, pp. 191-203. Nella vicenda messicana – al pari di altre situazioni in cui la Chiesa nel XX secolo è stata perseguitata – Andrea Riccardi vede piuttosto emergere «un modello antropologico cristiano di mitezza di fronte alla violenza e di resistenza paci󿬁ca al male», sotto forma di «un fenomeno di massa che coinvolge preti e laici, donne e uomini, che, miti e indifesi, subiscono la violenza». A. Riccardi, La pace possibile. Il cristianesimo, la guerra e la violenza nel Novecento , in C Brezzi-C. F. Casula-A. Giovagnoli-A. Riccardi, Democrazia e cultura religiosa. Studi in onore di Pietro Scoppola  , Bologna, 2002, pp. 144-145. Difendere la fede in Messico.Ragioni delle armi, ragioni della diplomazia (1926-1937) di P󰁡󰁯󰁬󰁯 V󰁡󰁬󰁶󰁯  194 FEDE E DIPLOMAZIA  del Presidente Plutarco Elías Calles il 14 giugno 1926. Il prolungarsi di questa vera e propria guerra civile, esplosa in seguito all’esaurir-si di tutti i mezzi di protesta paci󿬁ca (dal boicottaggio economico a una petizione per la riforma della Costituzione anticlericale del 1917 presentata al Congresso con oltre 2 milioni di 󿬁rme, e respinta), rese inevitabile una mediazione politica tra l’Episcopato messicano e il Governo che coinvolse anche il Vaticano e la diplomazia statunitense, e si concretizzò con un modus vivendi   (gli arreglos  ) concluso dal nuovo Presidente messicano Emilio Portes Gil e dall’Arcivescovo di Morelia Mons. Leopoldo Ruiz y Flores il 21 giugno 1929.Fin dai primordi del con󿬂itto, la necessità di assicurare alla causa dei cristeros   l’appoggio della gerarchia ecclesiastica spinse i leader del movimento armato a sollecitare a più riprese una presa di posizio-ne uffi ciale della Santa Sede, al 󿬁ne di vincere le resistenze di quanti nell’Episcopato e più in generale nel mondo cattolico messicano si mostravano riluttanti ad appoggiare l’insurrezione. Anche dopo la conclusione della Cristiada   il problema si ripropose periodicamente Oltretevere, dove Pio XI e il Cardinale Segretario di Stato Eugenio Pacelli (succeduto al Cardinale Pietro Gasparri all’inizio del 1930) si trovarono a dover conciliare le istanze dei messicani più intransigenti – convinti che il ricorso alle armi fosse ancora l’unica opzione possibile per difendere i diritti della Chiesa e dei cattolici – con la necessità di garantire la sopravvivenza della Chiesa in Messico attraverso gli stru-menti tradizionali della diplomazia. La complessa e talvolta contrad-dittoria dialettica tra queste opposte esigenze costituisce l’oggetto del presente saggio.  Ambiguità e fraintendimenti. L’Episcopato messicano, la Liga e la Santa Sede durante la guerra cristera (1926-1929) La decisione presa nel novembre del 1926 dalla Liga Nacional Defensora de la Libertad Religiosa   – nata nel 1925, per iniziativa di alcune associazioni già esistenti, come organizzazione civica e non vio-lenta – di sostenere la lotta armata e di assumerne progressivamente la guida, poneva un problema ineludibile ai Vescovi messicani, che si mantennero per lo più a distanza dal movimento. A monte del pro-blema costituito dal ricorso alle armi, nell’Episcopato si stavano da tempo manifestando sempre più chiaramente due tendenze, una de-cisa a non scendere a compromessi con il Governo e un’altra disposta
Related Search
Similar documents
View more
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks
SAVE OUR EARTH

We need your sign to support Project to invent "SMART AND CONTROLLABLE REFLECTIVE BALLOONS" to cover the Sun and Save Our Earth.

More details...

Sign Now!

We are very appreciated for your Prompt Action!

x